Go to Top

Audemars Piguet Royal Oak Offshore Tourbillon Automatico Replica indiana

Audemars Piguet presenta un nuovissimo modello, il Royal Oak Offshore Tourbillon Cronografo dotato dell’innovativo Calibro 2897 a carica automatica appositamente creato per questo segnatempo.

Save

Referenza: 26550AU.OO.A002CA.01

La storia del Royal Oak Offshore

Grazie al rivoluzionario Royal Oak Offshore oltre vent’anni fa, nel 1993, Audemars Piguet Bologna Replica creò una nuova serie di orologi sportivi. L’Offshore era di grandi dimensioni, robusto, ed era una naturale evoluzione del modello originale, l’ottagonale Royal Oak – disegnato da Gerald Genta – che alla sua uscita nel 1972 scosse il mondo dell’orologeria.

Alla base del progetto c’era il design della sua cassa di 42 mm che esprimeva la volontà di creare si un orologio di lusso dall’animo sportivo, ma che fosse anche virtualmente indistruttibile.

All’interno era posizionata una gabbia in ferro morbido che serviva a proteggere il movimento dai magnetismi; corona e i pulsanti rivestiti di caucciù, combinati con una guarnizione visibile sotto la lunetta avvitata, garantivano all’orologio un alto grado di impermeabilità.

Da quel momento la Maison sviluppò diversi modelli di Royal Oak Offshore, pur mantenendo in ciascuno il carattere essenziale e originale del modello base.

Una delle più straordinarie e insolite interpretazioni è apparsa nel 2010 sotto forma del primo Cronografo ROO Tourbillon, con movimento a carica manuale, cassa in ceramica, e carbonio forgiato.

Ora, dopo quattro anni, in occasione del Salone di alta orologeria Watches & Wonders di Hong Kong, Audemars Piguet Z Serii Royal Oak Offshore Replica presenta un nuovo modello complicato.

L’anima del Royal Oak Offshore Tourbillon Automatico

il tourbillon presente all’interno del Royal Oak Offshore Tourbillon Cronografo Automatico ripropone lo storico meccanismo inventato da Abraham-Louis Breguet ha un ponte in titanio annerito. La gabbia del tourbillon, che comprende 85 parti pesa solo 0,45 grammi.

Save

Con la presenza della ruota a colonne, il cronografo dichiara subito un preciso azionamento e funzionamento in tutte le fasi di avvio, arresto e reset.

La perfetta linearità del movimento della lancetta dei secondi centrali, quando essa inizia le fasi di cronometraggio, è ottenuta grazie all’applicazione di una forcella d’accoppiamento. Gli ingegneri di Audemars Piguet hanno ulteriormente affinato questa complicazione aggiungendo un gancio resistente agli urti.

Il design

Carolina Bucci ha avuto la lungimiranza di reinterpretare le antiche tecniche orafe e di evolverle, studiando con creatività un design in grado di fonderle con le esclusive metodologie di costruzione orologiera della cassa e del bracciale del Royal Oak.L’affinità tra la qualità tattile della diamantatura fiorentina e l’originale lavorazione spazzolata/lucida della cassa e del bracciale del Royal Oak – elemento caratteristico di questo design iconico – ha fatto nascere l’idea di una collaborazione tra le due realtà.La tecnica fiorentina è utilizzata da decenni nelle botteghe orafe di Carolina Bucci, soprattutto sui pezzi più piccoli. Battendo la superficie dell’oro con un utensile dalla punta di diamante, si creano piccolissime intaccature che donano al metallo uno scintillio simile a quello delle pietre preziose, e appunto, al diamante. Questo stile audace diviene un elemento distintivo del design del Frosted Gold.Il lancio del Royal Oak Frosted Gold segna il 40° anniversario di un’icona degli anni Settanta e sottolinea chiaramente come Audemars Piguet resti fedele alla sua visione indipendente dell’orologeria. La nuova creazione rende omaggio al primo Royal Oak da donna ideato da Jacqueline Dimier – una delle rarissime designer di orologi dell’epoca contemporanea – che diede forma a molti segnatempo Audemars Piguet, sia da uomo che da donna, contribuendo all’affermazione di un linguaggio delle forme di cui è possibile udire ancora oggi l’eco nella Manifattura di Le Brassus.

In questa versione gli appassionati del Royal Oak Offshore ritroveranno le caratteristiche otto viti esagonali in acciaio lucido del modello, racchiuse nei recessi della lunetta in ceramica nera, caratterizzata da superfici satinate e lucide a contrasto, che serve a fornire una definizione netta agli angoli.

Rimanendo sulla cassa – che misura 44 mm per 14 mm di spessore, la carrure è in carbonio forgiato, materiale proveniente dall’industria aerospaziale e introdotto per la prima volta in orologeria nel 2007 da Audemars Piguet Huitieme Chronograph Replica nel Royal Oak Offshore originale.

I pulsanti sono invece in ceramica e titanio e ciascuno è inserito in una protezione in titanio fissata al corpo principale da quattro viti visibili.

Anche il quadrante del Royal Oak Offshore Tourbillon Cronografo Automatico risulterà familiare agli appassionati della linea: esso è infatti decorato con l’oramai celebre motivo “Mega Tapisserie” e presenta un’apertura a ore 6 per offrire una visione completa del tourbillon. Sarà prodotto in serie limitata di 50 esemplari.

Altre informazioni sul sito ufficiale.

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *